I colibrì dell’oceano

Produzione

AreFilms

Direttore

Léa Canu
Cliente
-

Sinossi

Attraverso le testimonianze dell’equipaggio del Kraken, il veliero dell’associazione Wings of the Ocean, si racconta l’impatto dell’uomo sul mare, comprendendo le motivazioni che portano ciascuno di loro a proteggere l’equilibrio e la biodiversità dell’ambiente marino.

Executive producer: Fabrizio Cecioni
Line producer: Léa Canu
Operator: Alessio Galdiolo

Il documentario

Saliamo a bordo del “Kraken” (un veliero a 3 alberi) per scoprire l’impatto che ha provocato oggi l’uomo sul mare. Per realizzare il documentario ci hanno accolto l’equipaggio e gli eco-volontari dell’associazione “Wings of the Ocean” e qui ci racconteranno come tutti noi possiamo proteggere l’equilibrio e la biodiversità dell’ambiente marino.

La nostra vita è legata alla salute del pianeta

Oggi il pianeta ci chiede aiuto. Le foreste e gli oceani sono i polmoni del pianeta, ciascuno di essi fornisce il 50% del nostro ossigeno. L’impatto dell’attività umana sul pianeta ha reso la vita marina e quella terrestre insostenibile.

La pesca intensiva, l’inquinamento da plastica, l’acidificazione del mare, la modifica delle specie marine, è tutto interconnesso. Se non rallentiamo le nostre attività, tra 20 anni il mondo che conosciamo oggi non esisterà più.

Un cambiamento possibile

È questa la filosofia alla base del progetto “Wings of the Ocean” che con il suo laboratorio galleggiante ad impatto zero ha come obiettivo concreto quello di sensibilizzare e raccogliere la plastica che inquina il nostro mare e le sue coste.

Una produzione AreFilms

Conservare e utilizzare in modo durevole gli oceani, i mari e le risorse marine è uno degli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs) che vogliamo sostenere e raccontare attraverso questo documentario. Spiegare come e perché agire è importante. Persone belle proteggono noi e i nostri oceani e ci spiegano come farlo in modo semplice e concreto.

Join the depollution crew

Wings of the Ocean è una ONG francese creata nel 2018 e che opera a bordo del Kraken, una nave Tallship a 3 alberi lunga 45 metri. L’equipaggio del Kraken è anche attivo sulle spiagge per ripulire il maggior inquinamento possibile nell’Atlantico e nel Mar Mediterraneo.